Menu Chiudi

Cipolle: il momento giusto per raccoglierle e i segreti per conservarle a lungo

Casa e giardino

Ami fare l’orto? Scopri come coltivare e conservare le cipolle per averle sempre fresche e disponibili durante tutto l’anno.


Le cipolle sono un elemento fondamentale nella cucina di ogni giorno, apprezzate per la loro versatilità e per il loro sapore che arricchisce innumerevoli piatti. Coltivare cipolle nel proprio orto non solo è gratificante, ma è anche pratico, poiché questi ortaggi si conservano bene e possono essere utilizzate tutto l’anno. In questo articolo, analizzeremo le tecniche ottimali per la coltivazione e la conservazione delle cipolle, assicurandoti un raccolto sano e duraturo.

Il ciclo colturale della cipolla

La cipolla è una pianta biennale. Anche se in natura completa il suo ciclo di vita in due anni, nell’orto viene coltivata come annuale per evitare che vada a fiore e per massimizzare la produzione dei bulbi. La semina avviene tra l’autunno e la primavera, e la raccolta si svolge in estate, tipicamente tra giugno e agosto. È cruciale raccogliere le cipolle quando la parte aerea inizia a seccare e piegarsi, segno che i bulbi hanno raggiunto la maturazione ottimale.


Questo momento è determinante. Un ritardo nella raccolta può infatti indurre la pianta a emettere un nuovo getto o addirittura a fiorire, il che ridurrebbe la qualità e la durata della conservazione del bulbo. Per ottenere cipolle di dimensioni maggiori e una conservazione più lunga, alcuni agricoltori scelgono di piegare la pianta prima della raccolta, anche se questa pratica è considerata da molti superflua. Monitorare attentamente la fase di maturazione è quindi essenziale per decidere il momento giusto per la raccolta, evitando così che il bulbo perda le sue proprietà ottimali per una lunga conservazione.

Quando e come raccogliere le cipolle

La raccolta delle cipolle è un processo semplice ma che richiede attenzione. Non è necessario l’uso di attrezzi particolari; le piante dovrebbero venire via facilmente tirando delicatamente. Dopo aver estratto la cipolla dal terreno, è importante tagliare le radici e pulire il bulbo dalla terra residua. Lascia lo stelo secco attaccato se prevedi di intrecciare le cipolle o di appenderle per farle asciugare.

Un’accurata asciugatura è essenziale per una buona conservazione. È consigliabile lasciare i bulbi al sole per alcuni giorni, avendo cura di ritirarli durante la notte per evitare l’umidità. Questo processo aiuta a prevenire il marciume e a prolungare la durata degli ortaggi durante la conservazione. La corretta gestione di questi passaggi garantisce che le cipolle mantengano la loro integrità e freschezza per un periodo più lungo, rendendole ideali per l’uso prolungato nella tua cucina.


Quando raccogliere le cipolle e consigli per conservarle

Metodi di conservazione delle cipolle

Una volta completato il processo di asciugatura, hai diverse opzioni per conservare le tue cipolle. Intrecciare gli steli è un metodo tradizionale decorativo e anche funzionale, poiché facilita la ventilazione e previene l’accumulo di umidità. Se preferisci un metodo più moderno, puoi stoccare i bulbi in cassette di plastica, facendo attenzione a non sovrapporli troppo, così da mantenere un ambiente asciutto e ventilato.


La scelta della varietà di cipolla è altrettanto importante per la conservazione. Opzioni come le cipolle dorate sono note per la loro capacità di conservarsi per lunghi periodi, mentre varietà come le cipolle rosse di Tropea sono meglio consumate fresche a causa della loro minore durata. Piantare diverse varietà ti permetterà di avere cipolle disponibili per tutto l’anno, sfruttando al meglio i periodi di dormienza e le caratteristiche specifiche di ogni tipo.

Seguendo questi consigli, sarai in grado di goderti il gusto e i benefici delle cipolle fresche direttamente dal tuo orto per tutto l’anno. Ricorda, la pazienza e la cura costante sono essenziali in ogni fase della coltivazione e della conservazione delle cipolle. Ogni sforzo dedicato oggi si trasformerà in un abbondante raccolto futuro, pronto per arricchire i tuoi piatti con ortaggi straordinariamente freschi.


foto © stock.adobe


Segui Hospitality-news su


LEGGI ANCHE...